BIOS

Cos’è il BIOS, perché questo nome?

Domandarsi cos’è il BIOS, scritto tutto maiuscolo perché è un acronimo (qui la definizione di BIOS), è lecito visto che ormai tutti posseggono un computer. Infatti il BIOS va di pari passo con i calcolatori elettronici, personal computer, in quanto è un acronimo informatico e identifica una componente importantissima per un computer.

Vediamo quindi, dopo qualche breve cenno sui computer, cos’è il BIOS e a cosa serve…

Diffusione del personal computer.

Giustamente, con la diffusione dei computer si sono, di pari passo quasi, diffusi anche i termini che hanno a che fare con essi, con l’informatica. Le persone hanno visto quindi la propria vita quasi invasa da un giorno all’altro da vocaboli che fino ad allora non esistevano per i più. Uno di questi termini informatici è proprio quello di BIOS.

Significato di BIOS.

Siamo arrivati quindi, dopo quattro chiacchiere, alla definizione di BIOS. L’acronimo in questione sta per: Basic Input Output System. In italiano possiamo tradurre come: Sistema di Base di Ingresso e Uscita.

Cos’è e a cosa serve il BIOS.

Il BIOS è un software, un programma che viene caricato, all’avvio del computer, dalla memoria ROM nella quale è residente. Esso ha il compito di gestire l’avvio del calcolatore, fare un check delle periferiche e dell’hardware tutto, di cercare il sistema operativo e di farlo partire in esecuzione, elaborarlo e caricarlo in memoria RAM.

Accedere al BIOS.

Accedere al BIOS del computer non è consigliabile se non si è esperti nel settore ma basti sapere che all’avvio di ogni computer vi è una procedura per accedervi e per visualizzarlo. Benché il BIOS non si lasci vedere, a video, non significa che non ci sia, che non sia stato caricato ed elaborato.

Aggiornamento del BIOS.

Qualche tempo fa il BIOS non era aggiornabile perché, come detto, era residente in memoria ROM e quindi assolutamente non scrivibile come supporto di memoria. Con lo sviluppo e la diffusione dei computer sono aumentate le caratteristiche del BIOS e quindi è nata anche l’esigenza di poterlo aggiornare con opzioni sempre più nuove che supportassero le ultime uscite in fatto di hardware.

Per operare quindi un aggiornamento del BIOS, procedura assolutamente sconsigliata a chi non è esperto di informatica, si è dovuto approntare un BIOS residente su un supporto di memorizzazione scrivibile. Di solito si è scelti di caricare il BIOS, chi lo carica è l’azienda costruttrice del computer, in memorie di tipo Eeprom o Flash memory.

 

BIOSultima modifica: 2017-03-28T19:00:04+00:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment