Garbologia, definizione

Garbologia, cos’è? Cosa significa?

Il termine di garbologia ci arriva dalla lingua inglese derivando dalla parola garbage il cui significato italiano è spazzatura.

Ma non è per parlare di spazzatura, rifiuti o discariche che abbiamo redatto questo post. Lo scopo è dare una definizione e capire cosa sia la garbologia…

Una scienza “nella” spazzatura.

No, non parliamo delle scienze ambientali perché vogliamo trattare della scienza legata non al termine italiano di spazzatura ma a quello anglosassone di garbage. Di quella scienza il cui nome deriva da quest’ultimo: la garbologia.

Definizione di garbologia.

La garbologia è la scienza che studia i rifiuti delle persone, i rifiuti urbani e che lo fa sistematicamente.

Obiettivi della scienza.

Dallo studio quindi sistematico della spazzatura di un dato individuo si può capire tanto. Innanzitutto si può costruire un “modello di consumo“, informazioni che ci dicono cosa consumino le persone.

Studiando la tipologia dei rifiuti di una persona si possono estrarre diverse informazioni: ceto sociale, abitudini alimentari, per esempio.

Come nei film…

Come nei film polizieschi nei quali i bravi investigatori vanno a rimestare i rifiuti per capire qualcosa di un sospettato, la garbologia fa più o meno la stessa cosa. Si traccia un profilo dell’individuo e, in larga scala, un profilo della società.

Chi ha “inventato” questa scienza.

Sembra che l’invenzione, se così si può dire, del frugare tra i rifiuti per conoscere le abitudini di qualcuno sia attribuibile ad Alan Jules Weberman, scrittore americano. Egli infatti pare avesse frugato nella spazzatura del cantante Bob Dylan per studiarne le abitudini al fine di conoscerlo approfonditamente in quanto stava scrivendo un libro sul cantautore. L’archeologo americano William Rathie, professore emerito di antropologia, fece diventare questa pratica una scienza.

 

Garbologia, definizioneultima modifica: 2017-03-19T12:04:28+00:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment