A gratis

[cat] grammatica italiana

Perché non è corretto “a gratis”?

A gratis, è giusto scrivere così? Torniamo all’italiano ed agli errori che si commettono sovente non solo nello scrivere ma anche nel parlare. E sì perché in effetti esistono tante piccole cose che, benché non ci si faccia caso, ignoriamo o sostituiamo con forme non propriamente corrette. In questo senso abbiamo pensato di realizzare un articolo su uno degli errori che si commettono frequentemente…

Personalmente crediamo che tutti possiamo sbagliare commettendo errori di ortografia o di forma, per carità, però su certe cose – quelle di uso più comune – bisognerebbe tentare di essere più cauti. Oggi la nostra attenzione è ricaduta sull’errore che in molti, specialmente al nord, commettono ovvero quello di utilizzare la forma sbagliata a gratis.

A gratis… perché è errato.

Ricordo un ‘aureo’ libricino che, in quinta elementare, ci consigliò il nostro maestro nel quale si trattavano – tra le altre cose – le forme errate che talvolta si usano in italiano e fra queste c’era naturalmente il nostro carissimo a gratis. Nella pagina relativa a tale argomento c’era scritto a caratteri cubitali che usare tale forma è errore perché la forma corretta è gratis quindi senza la ‘a’!

Scrivere a gratis in luogo di gratis è errato perché il secondo, quello giusto, è un termine latino che significa ‘per grazia’ e che deriva dall’espressione gratia et amori Dei che tradotto significa ‘per grazia e per amore di Dio’ ovvero senza contropartita, dietro alcun pagamento.

Capirete quindi che scrivere ‘a gratis’ equivarrebbe a dire ‘a per grazia’ che un senso logico proprio non ce l’ha!

 

A gratisultima modifica: 2013-09-11T12:01:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment