Antenna satellitare

Perché l’antenna satellitare ha la forma di una parabola?

antenna satellitare
antenna satellitare

L’antenna satellitare è oramai sempre più frequente trovare antenne paraboliche sui tetti delle nostre abitazioni, nei giardini, sui balconi. Questo perché la televisione satellitare si è diffusa a macchia d’olio anche grazie alle potenzialità che la tecnologia digitale ci offre.
Ma perché le antenne per la ricezione dei segnali satellitari hanno una forma di parabola?

Perché è una parabola?

L’antenna satellitare ha la forma a parabola. Questa forma deriva dal fatto che esse fungono da specchio per l’emissione satellitare. Tale specchio fa convergere il segnale proveniente dal satellite in un punto detto fuoco.

Per questo, quando si parla di antenne satellitari si suole anche chiamarle come antenne paraboliche, parabole, parabole satellitari.

Fuoco e illuminatore.

L’antenna satellitare non termina con la parabola infatti essa, per funzionare, ha bisogno di un apparecchio. Dinnanzi al fuoco della parabola pertanto è collocato, su di un braccio, un apparecchio, nella foto dell’articolo sono due, chiamato illuminatore. In gergo tecnico l’illuminatore è detto LNB oppure LNA, quest’ultimo di vecchia tecnologia.

L’illuminatore riceve il segnale riflesso dallo specchio parabolico, lo converte su frequenze diverse e lo invia, tramite il cavo coassiale, al decoder (ricevitore) digitale.

Puntamento della parabola.

Quando si installa una parabola satellitare è importantissimo il puntamento. Se una parabola non è puntata – verso il satellite da cui riceve il segnale, in maniera perfetta si rischia di non vedere alcuna trasmissione.

 

Antenna satellitareultima modifica: 2008-08-28T14:32:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share
One Comment

Add a Comment