Cos’è lo spread

Cos’è lo spread, a cosa serve, cosa sono i titoli di Stato e le obbligazioni? In tempi di crisi economica come lo sono quelli attuali il termine di ‘spread’ è divenuto oggetto di discussione quotidiana e non solo da parte degli addetti al settore economico-finanziario ma il famigerato ‘spread’ è oramai sulla bocca di tutti.
Ma cos’è lo spread? In lingua inglese il sostantivo di ‘spread’ – che è anche un verbo – significa ‘ampiezza’ ed è proprio di questo che parliamo se come ‘ampiezza’ si intende ‘differenza’ perché lo spread rappresenta appunto la differenza, il differenziale forse è più corretto dire, tra il rendimento di un titolo di Stato e il rendimento di un altro titolo di Stato; nel caso italiano, quando parliamo di spread indichiamo la differenza tra il rendimento dei titoli di Stato tedeschi – i famosi Bund tedeschi – e il rendimento dei titoli di Stato italiani.
In effetti dovremmo, a questo punto, dire cos’è un titolo di Stato: i titoli di Stato sono delle obbligazioni emesse dallo Stato che vengono ‘acquistati’ da un soggetto investitore; i titoli di Stato emessi, per l’Italia, dal Ministero dell’Economia e delle Finanze sono ad esempio i BoT, i CCT, i BTP.
In economia e nella finanza, più in generale, si parla di ‘spread’ quando si vuole altresì indicare il differenziale che intercorre tra il prezzo di vendita di un titolo e quello di acquisto; il perché uno Stato emetta periodicamente dei titoli di Stato, tramite aste, è quello di incamerare liquidità al fine di finanziare il debito pubblico dello Stato stesso.
Altro nome dello spread è, per quanto detto sino ad ora, ‘differenziale di rendimento’. 

Cos’è lo spreadultima modifica: 2012-03-12T18:50:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment