Perché in italiano ci sono nomi numerabili, non numerabili e collettivi?

Nella grammatica italiana esistono tre tipi di nome (appartenenti ai nomi comuni): nomi numerabili, nomi non numerabili, nomi collettivi.
Il perché della presenza di queste tre grandi famiglie è dato dalla capacità del sostantivo di poter essere contato (numericamente) o non, oppure da ciò che rappresentano.
Per capire meglio il concetto è possibile leggere gli esempi citati nel resto dell’articolo…

  • Nomi numerabili
    Sono quei nomi che possono essere contati.
    Esempio: una candela, due candele, e così via.

 

  • Nomi non numerabili
    Al contrario dei precedenti, i nomi non numerabili non possono essere contati perché rappresentano una quantità indeterminata.
    Esempio: calore, acqua, sale, e così via.

 

  • Nomi collettivi
    I nomi collettivi indicano un gruppo di persone, animali o cose.
    Esempio: genere umano, esercito, aeroflotta, cinquantennio, biblioteca, e così via.
Perché in italiano ci sono nomi numerabili, non numerabili e collettivi?ultima modifica: 2009-05-29T12:47:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment