Perché la simonia fu chiamata così?

La simonia è il peccato di cui si macchiarono i pontefici del ‘400 quando mettevano in vendita le indulgenze o le cariche ecclesiastiche in cambio della redenzione dai peccati commessi.
Il termine di ‘simonia’ viene utilizzato per determinare tali pratiche e prende spunto da un personaggio.
Per scoprire da chi derivi e per saperne di più non vi resta che continuare nella lettura dell’articolo…

La simonia venne chiamata così perché ripresa da Simon Mago che, secondo alcuni scritti, proveniva dalla Samaria essendo dapprima un eretico e poi battezzato.
A questo punto intese usare del denaro per acquisire facoltà religiose che erano tipiche degli Apostoli (per virtù dello Spirito Santo).
Anche Dante nella Divina Commedia, precisamente nell’Inferno al canto XIX, parla dei simoniaci e presenta la figura di un pontefice, Niccolò III Orsini che, per favorire i nipoti, commerciò in cose sacre mettendo da parte ricchezze.
Ora, nell’Inferno egli è condannato a stare in una buca a testa in giù fino ai polpacci che vengono lambiti dalle fiamme; per la legge del contrappasso: come in vita riempì di ricchezza la propria borsa, ora è costretto a stare nella buca come su indicato fino a che arriveranno altri due simoniaci, Bonifacio VIII e Clemente V che prenderanno il suo posto spingendolo giù nella buca.

Perché la simonia fu chiamata così?ultima modifica: 2010-10-19T16:40:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment