Perché si crede che la cicogna porti i bambini?

Quando vediamo una cicogna il pensiero va subito ai bambini appena nati perché si racconta, da tempo immemorabile, che tali uccelli portino i neonati in fasce.
L’immagine che quindi tutti abbiamo è di una cicogna che vola in cielo e che tiene, grazie al grande becco di cui è dotata, i lembi di una stoffa dentro la quale si nasconde un bebè.
Proviamo allora a capire da dove arrivi questo mito…

La cicogna bianca, il cui nome scientifico è Ciconia ciconia, è un uccello di grandi dimensioni che vive in Asia ed Europa, possiede un’apertura alare che può arrivare anche a 2 metri e mezzo e, come già anticipato, è protagonista della leggenda che la vuole come portatrice di bambini.
L’origine di ciò sembra essere spiegata con l’abitudine che le cicogne hanno di nidificare sulla cima delle canne fumarie dei camini il che le avvicinerebbe al mondo della casa e quindi a quello dei bambini ma c’è dell’altro: alcuni infatti pensano che il mito della cicogna che porta i neonati sarebbe legato al volo di quest’uccello, così elegante, sinuoso, tanto da far pensare che il grande volatile provenga da aree molto remote, misteriose, fantastiche come o è la nascita di un bambino.

Perché si crede che la cicogna porti i bambini?ultima modifica: 2010-09-20T14:55:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment