Perché si dice “arpia” definendo una donna malvagia?

Nell’Odissea, il poeta Omero racconta di personaggi mitologici, mostri alati con volto di fanciulla sempre pallido di fame, artigli alle mani, aduse ad insozzare tutto con un pestifero e contagioso profluvio di ventre.

Le Arpie, rappresentazioni delle tempeste, si lanciano giù dai monti fulminee, con grande stridore d’ali; per queste caratteristiche si suole dire che chi esprime malvagità, cattiveria, bruttezza è un’arpia.

Perché si dice “arpia” definendo una donna malvagia?ultima modifica: 2009-11-25T19:20:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment