Perché un atomo si dice “neutro”?

Elettroni, protoni e neutroni sono le particelle di cui è costituito un atomo.
Quest’ultimo risulta essere elettricamente neutro quando il numero degli elettroni equivale a quello dei protoni.
Nel resto dell’articolo la spiegazione al perché con le informazioni relative alla carica e alla massa delle tre particelle…

Quanto affermato risulta essere logico e corretto se confrontiamo le cariche dell’elettrone, del protone e del neutrone:

  • carica elettrone: -1,6 x 10^(-19) Coulomb;
  • carica neutrone: 0 (zero) Coulomb;
  • carica protone: +1,6 x 10^(-19) Coulomb;

Abbiamo espresso l’elevamento a potenza con la notazione ^(k) ove ‘k’ è una costante, nel nostro caso -19 quindi avremo che la carica dell’elettrone sarà pari a -1,6 moltiplicato 10 elevato a meno 19 Coulomb e, analogamente, quella del protone sarà pari a 1,6 moltiplicato 10 elevato a meno 19 Coulomb.

Quindi un atomo si dice elettricamente neutro quando il numero degli elettroni equivale a quello dei protoni perché le rispettive cariche sono opposte; non conta il numero dei neutroni perché essi sono, come si vede dallo schema descritto, elettricamente neutri ovvero di carica pari a zero.

Per essere esaustivi nell’argomento, anche se questo esula dalla natura dell’articolo, proponiamo di seguto la massa delle tre particelle:

  • massa elettrone: 9,11 x 10^(-31) Kg;
  • massa neutrone: 1,675 x 10^(-27) Kg;
  • massa protone: 1,67 x 10^(-27) Kg;
Perché un atomo si dice “neutro”?ultima modifica: 2010-10-12T16:55:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment