Perché vi sono due scale per misurare un terremoto?

Un terremoto o sisma viene generato dalla liberazione violenta di energia sotto forma di onde elastiche.
Tale energia viene accumulata perché due o più faglie (porzioni di crosta terrestre) si muovono l’una contro l’altra generandola.
Sovente si nominano due scale per attribuire un valore al terremoto…

La Scala Mercalli (da Giuseppe Mercalli) misura l’entità di un terremoto tramite la constatazione degli effetti e danni prodotti vantando 12 gradi.
La Scala Richter (da Charles Richter), invece, misura l’ogettiva entità di un sisma tramite un calcolo matematico.
Si parla di Magnitudo ovvero il logaritmo in base 10 dell’ampiezza massima di un terremoto registrato da un sismografo posto a 100 km dall’epicentro.
Da ciò si evince che per registrare l’entità di un evento sismico con la Scala Mercalli bisogna effettivamente riscontrarne gli effetti su ciò che ci circonda mentre con la Richter abbiamo una misura precisa anche essendo in uno spazio privo di valore esposto (palazzi,oggetti,ecc.).

Articoli correlati:
Perché la Scala Mercalli si chiama così?
Perché la Scala Richter si chiama così?
Perché la Magnitudo e la Scala Richter vanno di pari passo?

Perché vi sono due scale per misurare un terremoto?ultima modifica: 2008-10-18T12:10:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share
3 Comments

Add a Comment