Regioni d’Italia definite “interne”

Delle 20 regioni che costituiscono l’Italia, penisola che si dipana nel Mar Mediterraneo per ben 1.200 km di lunghezza, abbiamo ampiamente parlato in precedenza dando un riepilogo nell’articolo ‘Italia: Regioni, Province e cifre‘ ma anche proponendone degli altri più specifici.

Abbiamo trattato la differenza tra le regioni a statuto speciale e quelle a statuto ordinario ed ora ci dedichiamo alla definizione di ‘regioni interne‘…

Con l’espressione di ‘regioni interne‘ vengono definite quelle regioni italiane che non hanno sbocchi a mare, il cui territorio è racchiuso da altre regioni o stati esteri.

Da ciò è facilmente intuire quante e quali possano rientrare in questa classificazione perché, come sappiamo, il territorio italiano non si estende molto in longitudine (asse est – ovest) come, ad esempio, accade per nazioni come la Francia; se poi pensiamo alla forma ed alla posizione che l’Italia possiede allora sarà ancora più immediato comprendere quali siano le ‘regioni interne’.

In realtà esse sono pari a 5 (su un totale di 20), sono regioni interne: Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Umbria.

Salta subito all’occhio che 4 su 5 sono situate nell’Italia settentrionale e questo era anche logico ma ci si accorge anche che, a parte queste 4, ce ne è una, l’Umbria, che è situata nell’Italia centrale.

La meno estesa e meno popolosa fra le 5 regioni interne è la Valle d’Aosta (superficie: 3.260 km² circa – popolazione: 127.000 abitanti circa) che conserva entrambi i record a livello nazionale.

La più estesa tra esse è il Piemonte, seconda regione d’Italia per superficie (25.400 km²), mentre, la più popolosa – anche a livello nazionale – è la Lombardia (9.733.100 abitanti circa).

La Valle d’Aosta conserva una particolarità che la rende unica nel suo genere: è infatti l’unica regione d’Italia che non possiede alcun capoluogo di provincia.

Delle 5 regioni interne, solo 2 sono ‘a statuto speciale’ (Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta) mentre le restanti tre (Piemonte, Lombardia ed Umbria) sono ‘a statuto ordinario’.

Regioni d’Italia definite “interne”ultima modifica: 2010-12-21T18:40:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment