Sparatutto e friendly fire

Perché negli sparatutto c’è il ‘friendly fire’?

Sparatutto e friendly-fire. Parliamo di videogiochi e di pratiche di gioco infatti uno sparatutto è un videogioco nel quale il personaggio con cui giochiamo ha a disposizione diverse armi per uccidere gli avversari e compiere la missione prevista. Di solito nei videogiochi di tipo sparatutto ci si muove all’interno di una mappa di gioco e si può procedere, verso l’obiettivo, da soli o in gruppo.

I videogames di tipo sparatutto prevedono molto spesso, e sempre di più con l’avvento di internet, la possibilità di connettersi ad un server di gioco per ritrovarsi con altri videogiocatori e quindi di giocare in multiplayer. Gli sparatutto comunque, molte volte, prevedono la possibilità di essere giocati in rete LAN e cioè in una rete privata, aziendale o non, definita all’interno di un luogo ben preciso come, ad esempio, può essere una abitazione, un ufficio e così via. Detto questo vediamo perché in questo contesto si parla di friendly fire

Friendly fire.

Per quanto detto sino ad ora circa gli sparatutto si capirà benissimo che si spara contro qualcuno. Molte volte però, come nella realtà meno ludica della guerra, un colpo sparato può andare a segno su un nostro compagno piuttosto che andare a colpire un avversario. Questo è il cosiddetto fuoco amico che, in inglese si traduce con l’espressione di friendly fire.

Colpire un compagno, afferente alla stessa squadra nostra, negli sparatutto di solito comporta una penalità. Se si uccidono, grazie al fuoco amico, diversi compagni di squadra si può essere allontanati temporaneamente o permanentemente dal server di gioco.

Server principianti e hardcore.

Spesso comunque il fuoco amico non è attivato nei server, almeno non in quelli che vantano modalità di gioco da principianti. In questo caso lo sparare contro un compagno non sortirà alcun effetto e non comporterà alcuna penalità.

Altre volte ci si trova però a giocare online su server definiti hardcore e cioè server il cui grado di difficoltà è massimo. In questa modalità il friendly fire è solitamente attivato per cui si ricade in quanto detto sin ora.

Chat di gioco.

Giochi di questo tipo hanno solitamente una chat di gioco o prevedono la possibilità di parlare a viva voce con i compagni. In ogni caso, sia nella chat testuale che nelle informazioni del server molte volte viene espresso il friendly fire con l’acronimo di FF. Per qui, laddove si vedesse la frase NO FF o NO Friendly Fire bisogna stare attenti. Altre espressioni per definire questa modalità sono TK, Team Kill o Team Killing che riportiamo a questo articolo: Videogames e TK.

 

Sparatutto e friendly fireultima modifica: 2010-10-24T19:35:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment