Videogames e TK

Perché nei videogames c’è “TK”?

Solitamente nel mondo dei videogames si parla di TK, Team Kill o Team Killing e lo si fa specialmente se il videogioco è uno di quelli afferenti alla categoria degli sparatutto. Abbiamo già trattato la cosa nell’articolo Sparatutto e friendly fire. Riprendiamo quindi il concetto e parliamo di cosa sia il Team Kill.

TK è un acronimo utilizzato nei videogiochi di genere sparatutto multiplayer cioè quelli che si giocano insieme ad altre persone tramite rete LAN o internet. Il significato di TK è Team Kill o Team Killing e identifica una pratica di gioco solitamente vietata…

Fuoco amico.

Sotto il fuoco amico. Quante volte si sente questa frase guardando un film di guerra? Il fuoco amico non è altro che l’essere colpiti da un proiettile sparato non dal nostro avversario ma da uno dei componenti della nostra squadra. E così, come in realtà, è nei videogiochi sparatutto, di guerra o FPS (First Person Shooter). Il fuoco amico, chiamato in inglese Friendly Fire, è appunto quello che abbiamo definito.

Friendly fire e penalità.

Nei videogames di genere già definito vi sono, molte volte, degli effetti e delle relative penalità quando si colpisce un compagno di squadra. Se è attivato il fuoco amico infatti, colpendo un compagno si causa danno e se il numero di colpi inferti causa molto danno il compagno muore. A questo corrisponde una penalità. Si può essere banditi (… e non bannati come si suole dire) dal server di gioco.

In questo caso, qualora si colpiscano compagni di squadra e si causi loro danno si parla di TK, Team Kill o Team Killing e cioè l’uccisione di compagni di squadra. C’è comunque da dire che in molti server di gioco il TK o il FF (friendly fire, fuoco amico) non è attivato cioè questo comporta che sparando contro un compagno non si causi alcun danno.

 

 

Videogames e TKultima modifica: 2014-07-17T18:25:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment