Perché nei palazzi antichi ci sono dei buchi?

I palazzi antichi sono molte volte dei veri gioielli che impreziosiscono il centro storico della nostra città; in un certo senso, le loro facciate, i portali ed i fregi presenti narrano il passato di un luogo.
Ciò di cui ci occuperemo in questo articolo è il perché alcuni edifici antichi presentino nella facciata in muratura dei vuoti pressochè quadrati…

Che siano palazzi nobiliari o semplici case abitate da gente comune, nel Medioevo si era soliti lasciare dei fori nelle facciate in muratura e tale aspetto è visibile ancora oggi.
Il perché esistano tali porzioni vuote, di solito in misura di un mattone, è di facile intuizione: nell’antichità non esistevano i ponteggi che usiamo oggi per manutenzionare l’esterno di un palazzo e quindi questi buchi servivano per poter accogliere i pali su cui montare una impalcatura.
Questo il motivo dei fantomatici ‘buchi’ a forma quadrata o quasi circolare presenti nella muratura esterna di un fabbricato.
Altra cosa invece i ‘buchi’ presenti in alcuni importanti monumenti, soprattutto di epoca romana, che rappresentano l’area di applicazione di piastre, successivamente rimosse, le quali servivano per aumentare la coesione strutturale del manufatto.

[ Si ringrazia: Torino nella rete – Il blog di Luigi Bacco ]

Perché nei palazzi antichi ci sono dei buchi?ultima modifica: 2011-09-11T17:15:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share
2 Comments

Add a Comment