Vestiti nella storia

Colorati, pregiati, per tutti i giorni, di diverse taglie e fattura, ad oggi i vestiti sono uno dei prodotti che più vengono apprezzati ed acquistati.
Ce ne sono per tutti i gusti, le tasche e gli umori ma, pensandoci bene: può una ‘invenzione’ così attuale esser stata frutto dell’ingegno umano di tantissimi anni fa?

Sicuramente sì, la necessità di produrre indumenti è stata una delle prime cose a cui l’uomo del passato ha pensato.
Questo è dato sia dall’esigenza di coprirsi dagli agenti atmosferici ma anche dalla necessità di rapportarsi in un contesto sociale.
In origine furono le pelli degli animali a soddisfare tale bisogno ma poi, con il passare del tempo, l’uomo ha imparato a tessere le fibre.
Si dice che ‘di necessità virtù’ ed infatti la tessitura delle fibre fu necessaria per il sostentamento dell’uomo in quanto con questa tecnica venivano prodotte le utilissime reti da pesca che assicuravano cibo e prosperità.
L’ingegno umano e la sempre maggiore scoperta di materiali ha poi ‘ottimizzato’ questo metodo produttivo riuscendo così a creare vestiti dalle fibre tessili.
Al giorno d’oggi, quando si acquista un capo d’abbigliamento, non si pensa minimamente quanta strada abbia percorso l’indumento ma esso affonda le proprie radici nella storia, una storia fatta di scoperte e meravigliose intuizioni.

Vestiti nella storiaultima modifica: 2010-10-01T11:15:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment