Perché è errore scrivere “si” come affermazione?

Ogni giorno chissà quante volte diciamo di sì e quante di no, sicuramente molte ma l’errore che commettiamo comunemente è di ortografia perché quando scriviamo l’avverbio di affermazione per eccellenza omettiamo qualcosa; in italiano infatti ci sta un qualcosa che certe volte, per la fretta di scrivere o per ‘comodità’, viene dimenticato ma che fa la differenza, vediamo di cosa si tratta continuando a leggere l’articolo…

Molte volte – anzi, quasi sempre – maltrattiamo la ‘lingua di Dante’ dimenticandoci l’esistenza o facendo un uso errato degli accenti.
Benché non sia assolutamente una cosa difficile, quasi sempre sostituiamo la ‘ì’ con la ‘i’ nello scrivere ‘sì’ (avverbio di affermazione) e quindi confondendolo con il non accentato ‘si’ che è invece un pronome personale.

Esempio:

  • Sì, è corretto come affermazione. (avverbio)
  • Alessandra si siede. (pronome)

In questi due esempi, benché errato se lo facessimo, si potrebbe usare il ‘si’ senza provocare molta confusione perché non c’è molto da discutere sul senso delle due frasi ma se scrivessimo ‘Alessandra si è seduta’ allora potremmo cadere in confusione per capire quale sia il giusto senso tra:

  • Alessandra, sì, è seduta;
  • Alessandra si è seduta;

Siamo ricorsi all’uso delle virgole per meglio far capire il diverso senso delle due espressioni.

Perché è errore scrivere “si” come affermazione?ultima modifica: 2011-12-26T10:40:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment