Perché il pellicano ha un becco strano?

Chi ha visto, in televisione, in fotografia o dal vivo, un pellicano si sarà accorto della particolarità riguardante il becco ovvero della sorta di sacca di cui è provvisto nella parte bassa di quest’ultimo; il pellicano, uccello di grandi dimensioni, si nutre di pesci che pesca utilizzando appunto il becco molto pronunciato, si stima in circa 40 centimetri di lunghezza, e in questo vi è la funzione della strana protuberanza…

Infatti il pellicano utilizza la sacca di cui parlavamo prima per raccogliere i pesci di cui si ciba; in quest’ottica, la sacca ha quindi l’effetto di un deposito nel quale conservare – anche se temporaneamente – i pesci ma essa funge anche come una sorta di ‘rete’ per pescarli.

Il pellicano vive nelle zone prossime all’acqua, marine, lacustri e/o costiere; il comportamento che assumono per cibarsi di pesce li vede protagonisti, durante il volo, di picchiate in mare o laghi oppure di nuotate in cerca di pesce.

Il pellicano può appartenere a 8 specie e solo una di queste vanta il piumaggio scuro ovvero il pellicano bruno, il più ridotto in dimensioni, che risponde al nome scientifico di Pelecanus occidentalis e che vive in America.

Di solito è facile scorgere, in Africa, Europa ed Asia, il pellicano bianco, scientificamente denominato Pelecanus onocrotalus, e che raggiunge, da adulto, un peso stimato in 10 kg circa ed una notevole apertura alare, circa 3 metri!

L’uccello dalle grandi dimensioni appartiene all’ordine dei Pelecaniformi, ha zampe corte ma robuste, è dotato di piedi palmati con 4 dita ed è longevo visto che sembra abbia una vita media che si aggira nell’ordine di 25-30 anni.

Perché il pellicano ha un becco strano?ultima modifica: 2012-07-16T23:21:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment