Perché l’ukulele si chiama così?

L’ukulele, strumento musicale tipico delle Isole Hawaii, è simile ad una chitarra ma presenta 4 corde rispetto alle 6 di quest’ultima nonchè è assai più ridotto nelle dimensioni, le quali non superano 1 metro infatti si va da poco più di 50 cm a meno di 80 per le diverse versioni.
Il nome di questo strumento musicale, il cui suono è particolare ed affascinante, può sembrare essere stato attribuito a casaccio ma così non è…

Al mondo esistono 4 tipi di ukulele, variabili nelle dimensioni e nella tonalità (soprano, contralto, tenore, baritono).
Il nome dello strumento musicale, tradotto dall’hawaiiano, sta per ‘pulce che salta’: ‘uku’ = pulce, ‘lele’ = che salta.
Questa simpatica denominazione, secondo una ipotesi che in molti sostengono, sembra sia stata attribuita a seguito della velocità con la quale i suonatori sono tipici eseguire i diversi brani.
In effetti vi è anche un’altra ipotesi sul nome dell’ukulele: sempre con lo stesso significato (pulce che salta), sembra essere stata attribuita ad un suonatore in seguito alla propria esecuzione; tale termine passò poi allo strumento.
L’ukulele pare discenda da un altro strumento di origine portoghese il quale venne introdotto nell’arcipelago delle Hawaii verso la fine del 1800 a seguito dell’arrivo di una nave proveniente dal Portogallo.

Perché l’ukulele si chiama così?ultima modifica: 2010-05-02T19:05:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment