Perché scriviamo xchè?

Erroneamente s’intende ma il perché scritto come ‘xché’ viene usato sempre più spesso anzi, in realtà, ‘xchè’ il quale viene usato in luogo di ‘perché’ e questo avviene di solito per mano dei più giovani.
Vero è che talvolta la capacità di sintesi è un dono ma questo non c’entra nulla…

Il tutto nasce dalla voglia di abbreviare qualsiasi cosa in un periodo nel quale sembra che tutti abbiano fretta e sempre poco tempo per cui, ripetiamo che è assolutamente sbagliato, in italiano si scrive ‘xchè’ in luogo di ‘perché’ e questo – unica spiegazione logica anche se di ciò non si può parlare quando si dissacra la grammatica italiana – avviene sulla base del ‘valore fonetico’ attribuito alla lettera ‘x’ che non è nemmeno presente nell’alfabeto italiano.

In matematica siamo soliti scrivere una moltiplicazione, per esempio, 2 x 3 e dire ‘due per tre’; proprio da qui parte il ‘per’ attribuito alla ‘x’ e quindi ‘perché’ verrà scritto come ‘xchè’ (sbagliando) ma non è solo la ‘x’ al centro dell’errore in quanto ci sarebbe anche da discutere su quel benedetto accento finale!

Perché scriviamo xchè?ultima modifica: 2012-05-14T16:32:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment