Perché si usa “non plus ultra”?

L’espressione ‘non plus ultra’, derivata dal latino nella quale lingua è ‘nec plus ultra’, è divenuta un modo di dire molto comune e significa ‘non più oltre’; essa viene usata per indicare una condizione nella quale non è possibile andare avanti per superare il limite da essa imposto, un limite al quale attenersi e sul quale fermarsi.
Infatti i latini identificavano con ‘nec plus ultra’ qualcosa di monto conosciuto e temuto…

Ciò che veniva simboleggiato con tale espressione erano le Colonne d’Ercole, nome con cui si identificava lo Stretto di Gibilterra.
Esse erano il ‘non plus ultra’ perché in questo punto si pensava finisse il mondo tanto che era temuto il superamento delle navi a causa delle fortissime correnti, quelle dell’Oceano Atlantico.
A quanto pare, le Colonne d’Ercole venivano sì poste come limite del mondo ma pare che fossero ‘mobili’, nel senso che la loro localizzazione era in funzione del momento storico nel quale ci si trovava.

Perché si usa “non plus ultra”?ultima modifica: 2010-04-13T18:05:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment