Poichè o poiché?

Poichè o poiché? Quando l’accento è corretto.

[cat] grammatica italianaPoichè o poiché? Come si scrive correttamente? Molti errori nell’italiano scritto vengono commessi per via degli accenti sbagliati, come nel caso del vocabolo “perché“, anche per “poiché” la domanda su come si scriva correttamente sorge spontanea.

Per cui ci interroghiamo su come debba essere scritto per non incorrere nell’errore, “poichè” con l’accento grave o ‘poiché’ con l’accento acuto? Vediamo un po’…

Analogamente a “Perchè o perché”…

Abbiamo già trattato l’argomento degli accenti nell’articolo dal titolo Perchè o perché?. La risposta è analoga per cui si potrebbe leggerlo per sapere qual è l’accento giusto, la forma corretta. Comunque ripetere non è mai sbagliato quindi ribadiremo il concetto.

La forma corretta.

La forma corretta di scrivere il vocabolo in questione, fugando quindi il dubbio “poichè o poiché”, basterebbe consultare un vocabolario italiano, è “poiché” cioè usando la ‘e’ accentata provvista dell’accento acuto. Il motivo di ciò è che – stesso discorso di “perché” – la pronuncia di “poiché” è con la vocale finale molto stretta e chiusa, tipico suono dato appunto dall’accento acuto.

Per la grammatica…

Il “poiché” è, per la grammatica italiana, una congiunzione. Del tutto simile al “perché”, la prima si è soliti usarla per introdurre una proposizione di tipo conseguenziale. Altra differenza col “perché” è che quest’ultima non si usa all’inizio di una frase mentre la prima sì. E’ comunque possibile scriverla separata e cioè come “poi che” in luogo di “poiché”.

 

Poichè o poiché?ultima modifica: 2013-06-11T18:00:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment