Riassunti Promessi sposi – undicesimo capitolo

I Promessi Sposi – riassunto capitolo 11.

L’undicesimo capitolo de I Promessi sposi si apre con la presentazione di don Rodrigo il quale attende impazientemente la carrozza che porterà al castello Lucia rapita dai bravi. Nell’attesa, il signorotto si chiede se tutto sarà andato bene e cancella ogni dubbio con una risposta fiduciosa; per tale motivo, quando alla vista del Griso, capo dei suoi bravi, a cui aveva affidato l’impresa, don Rodrigo si rende subito conto che il piano è fallito.

L’incarico al Griso.

Inizialmente si fa prendere dall’ira ma poi comprende che sicuramente qualche imprevisto avrà sconvolto l’attuazione del piano e conferisce l’incarico al Griso di scoprire, l’indomani, cosa possa essere successo…

Questione di scommesse.

Il giorno seguente è quello fissato dalla scommessa fra don Rodrigo e il cugino Attilio – scommessa secondo la quale don Rodrigo avrebbe avuto per sé Lucia – il quale si presenta a don Rodrigo con un atteggiamento canzonatorio. Ma, appreso l’andamento dei fatti, vede in essi lo zampino di frate Cristoforo al quale si ripromette di causare problemi facendo ricorso all’aiuto del conte zio, zio di entrambi e persona molto importante a Milano.

Matrimonio per sorpresa.

Ben presto il Griso apprende che Lucia, la sera precedente non era in casa bensì alla canonica per il ‘matrimonio per sorpresa‘, viene a sapere anche che ella, insieme a Renzo e ad Agnese, si è rifugiata a Pescarenico presso fra Cristoforo e viene ancora a conoscenza che le due donne sono state mandate dal frate al monastero di Monza, Renzo al monastero di Milano.

Milano è in rivolta.

Dopo aver salutato con grande angoscia Lucia ed Agese, Renzo si dirige quindi a Milano e subito si rende conto che nella città è in corso una rivolta; tuttavia non si ferma a sapere e procede verso il convento dei cappuccini dove deve chiedere di frate Bonaventura al quale frate Cristoforo lo ha raccomandato.

Un gran movimento.

Sfortuna vuole che frate Bonaventura sia fuori dal convento per cui Renzo, nell’attesa, si reca in città ed entra senza aver subito alcun controllo; la strada è deserta ma da lontano si sente giungere un ‘ronzio che indicava un gran movimento’ e per terra c’è tanta farina: ‘grand’abbondanza ci dev’essere in Milano, se straziano in questa maniera la grazia di Dio’ pensa fra sè e sè Renzo. E più in là vede dei pani. Stenta a credere ai suoi occhi ma si deve ben presto convincere che quella è la realtà. Prende quindi due pagnotte, le mette in tasca e inizia a mangiare una terza.

Il tumulto.

Dalle scene che gli si presentano dopo, Renzo comprende che quello è un giorno in cui ognuno prende ciò che vuole liberamente. La curiosità lo spinge a muovere verso il tumulto per rendersi conto di ciò che sta succedendo in città.

 

Riassunti Promessi sposi – undicesimo capitoloultima modifica: 2011-04-24T16:25:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment