Perché alcune città sono delle “Ghost town”?

L’espressione anglosassone di ‘Ghost town’, in italiano ‘città fantasma’, viene usata per definire un agglomerato urbano totalmente abbandonato.
Le cause dell’assenza di popolazione possono essere legate a vari motivi ma sicuramente quello che prevale tra tutti è la cessazione, nell’area, di ogni forma di economia…

Di solito queste città venivano fondate laddove vi erano risorse di una qualsivoglia natura (miniere, cave, aree di pascolo, siti industriali e così via).
Terminate le risorse, la città è soggetta ad un lungo e inesorabile esodo che la fa divenire abbandonata da tutta la popolazione la quale si sposta verso nuovi insediamenti.
Un altro fattore alla base dell’abbandono di una città può essere legato alla costruzione di nuove arterie di comunicazione (strade, ferrovie) che, con nuovi tracciati, ne favoriscono l’isolamento.
Anche i fenomeni naturali possono concorrere o determinare l’abbandono di una città: basti pensare a tutti quei nuclei urbani distrutti da terremoti o alluvioni che ne impongono la ricostruzione in zone, magari limitrofe, più sicure.
Nel corso degli ultimi anni c’è una riscoperta di alcuni di questi siti a scopo turistico.

Perché alcune città sono delle “Ghost town”?ultima modifica: 2009-10-29T17:36:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment