Perché in matematica due angoli si dicono “complementari”?

Un angolo è ciascuna delle due parti del piano geometrico formato da due semi-rette che hanno origine nello stesso punto; alcuni angoli vengono detti ‘complementari’ e la misura della ‘apertura’ di un angolo viene definita con il termine di ‘ampiezza (dell’angolo)’.
Essa viene espressa in gradi (da 0 fino a 360) e/o in radianti (da 0 fino a 2 PiGreco)…

In geometria si distinguono gli angoli:

  • Acuto: ampiezza minore di 45°(minore di 1/2 PiGreco);
  • Retto: ampiezza pari a 90°(1/2 PiGreco);
  • Ottuso: ampiezza maggiore di 90° (maggiore di 1/2 PiGreco);
  • Piatto: ampiezza pari a 180° (PiGreco);
  • Giro: ampiezza pari a 360° (2 PiGreco);

Due angoli si dicono ‘complementari’ quando la loro somma dà l’ampiezza di angolo retto (pari a 90 gradi).

Perché in matematica due angoli si dicono “complementari”?ultima modifica: 2008-12-20T03:02:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment