Perché la pioggia si misura in millimetri?

Ogni giorno tanti di noi seguono alla radio o in televisione il meteo per conoscere che tempo farà, sapere se ci aspetta una incessante pioggia o giornate assolate.
La pioggia, abbiamo già detto perché piove, è uno dei fenomeni atmosferici che è rappresentativo dell’arrivo dell’inverno ed è una delle fasi del ciclo dell’acqua che si verifica nel nostro pianeta.
Perché la pioggia, benché allo stato liquido, si misura in millimetri (mm) e non in millilitri (mL)?

Forse qualcuno non ha fatto caso all’unità di misura che viene usata nel quantificare la pioggia caduta sulla superficie della Terra, il millimetro.
Pensandoci bene verrebbe da chiedersi il perché si usi questa unità di misura e non, trattandosi di liquidi, il litro o meglio ancora qualche suo sottomultiplo.
A questo proposito dobbiamo rispolverare un concetto usato nella fisica che prende il nome di ‘analisi dimensionale’; il ragionamento che soddisferà la nostra domanda è presto detto.
La pioggia è una sostanza liquida per cui va espressa in litri ma qui si parla di una sostanza liquida in rapporto alla superficie su cui cade per cui il ragionamento che ci porterà ad asserire che la pioggia caduta sul terreno si misura in millimetri è il seguente:

  • Sappiamo che 1 litro equivale a 1.000 centimetri cubi;
  • Sappiamo che 1 centimetro è uguale a 10 millimetri per cui 1 centimetro cubo equivale a 1.000 millimetri cubi;
  • Da questo avremo che 1 litro equivale a 1.000.000 di millimetri cubi.

Questo per quanto attiene alla pioggia, ora ragioniamo sulle dimensioni della superficie:

  • Sappiamo che 1 metro equivale a 1.000 millimetri e che la superficie (area) si misura in metri quadrati;
  • Sappiamo inoltre che 1 metro quadrato equivale a 1.000.000 di millimetri quadrati.

Ora, detto questo, proviamo a tradurre in dimensioni e unità di misura la pioggia che cade sul terreno, avremo quindi che 1 litro è in rapporto ad una superficie di 1 metro quadro: 1 litro / 1 metro quadro.
Ma 1 litro è, per quanto asserito, uguale a 1.000.000 di millimetri cubi ed 1 metro quadro è uguale a 1.000.000 di millimetri quadrati, per cui la frazione che abbiamo scritto sopra diverrà:

1 litro / 1 metro quadrato, ovvero: 1.000.000 millimetri cubi / 1.000.000 millimetri quadrati, da cui risulterà: 1 millimetro.

Abbiamo quindi dimostrato che se la pioggia cade su una superficie allora si dovrà rapportare il litro al metro quadro e da ciò verrà fuori l’unità di misura di un liquido in rapporto ad un’area: il millimetro.

[ Si ringrazia tanto Torino nella rete – Il blog di Luigi Bacco per la collaborazione fornita]

Perché la pioggia si misura in millimetri?ultima modifica: 2011-03-06T16:10:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment