Perché “prendere in contropiede”?

Cogliere o prendere in contropiede è un altro modo di dire dell’italiano parlato che viene usato di sovente e di cui ci occupiamo spiegandone il significato ed il perché si dica così; ‘prendere in contropiede’ ha il significato di compiere un’azione che nessuno si aspettava, azione come reazione a qualcosa per cui ci si attendeva una azione o risposta diversa o addirittura nessuna.

Quindi ‘prendere in contropiede’ rappresenta un qualcosa che lascia basiti, simboleggia una risposta od una azione che desta stupore, sorpresa, in qualcuno.

Vediamo comunque altri significati di questa espressione, qualche esempio e soprattutto il perché si dice così… 

Quindi abbiamo detto che il prendere in contropiede rappresenta un’azione ‘destabilizzante’, che desta sorpresa, stupore, che in qualche modo nessuno si attendeva, sia che essa sia una risposta ad una critica o ad una battuta, felice od infelice che sia.

In ogni caso, è molto comune – oltre a prendere in contropiede – anche l’esser presi in contropiede ovviamente; sia che l’azione la si compia o la si subisca, il modo di dire in questione ha origine dal mondo del calcio e degli sport di squadra più in generale infatti il ‘contropiede’ è un’azione offensiva di risposta ed a sorpresa che è tesa a ribaltare la partita.

Per spiegarci meglio utilizziamo un esempio così da fugare ogni dubbio: quando una squadra subisce, nella sua metà campo, le azioni della squadra avversaria e ad un certo punto – nel mondo del calcio – viene presa la palla e l’azione si sposta nell’altra metà campo viene detto che la prima squadra sta compiendo un contropiede compiendo quindi un ‘attacco’ che desta sorpresa. 

Perché “prendere in contropiede”?ultima modifica: 2013-11-11T22:10:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment