Perché si dice “gatta ci cova”?

Il gatto è protagonista del modo di dire italiano che indica qualcosa che non va, qualcosa da cui prendere le distanze, qualcuno da cui allontanarsi repentinamente in quanto sta tramando qualcosa o ci nasconde, in parte o nella totalità, ciò che sta pensando, insomma parliamo dell’espressione che recita ‘gatta ci cova‘.

Il felino adorato nell’Antico Egitto e, anche se non con gli stessi presupposti di coloro i quali hanno voluto sfingi e piramidi, ancora oggi adorato da molti come animale domestico è al centro di questa espressione perché esso assime una posizione di cova – o presunta tale – quando la sua attenzione viene attirata da una preda.

Per cui se gatta ci cova, si capirà bene che non è mai – almeno per la preda o per chi circonda il gatto – un buon segno quindi è bene guardarsi da chi ‘cova’; il significato di ‘gatta ci cova’ è esteso anche a situazioni in cui si può presentare un raggiro, uno scherzo, un trucco od inganno che sia.

Perché si dice “gatta ci cova”?ultima modifica: 2013-11-27T16:12:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment