Perché si parla di ellenizzazione del mondo antico?

Alessandro Magno salì al trono di Macedonia appena ventenne dopo la morte del padre Filippo avvenuta nel 336 a.C.; la Macedonia era una regione della Grecia che, per la sua posizione geografica, era rimasta fuori da quel processo di evoluzione che aveva interessato l’Ellade in epoca remotissima…

Soltanto sotto il regno di Filippo II di Macedonia, prima, e soprattutto di Alessandro, poi, la Macedonia assurse a grande dignità e onore tanto da diventare la regione più importante della Grecia.
Alessandro Magno aveva ricevuto un’ottima formazione ed essendo dotato di grande energia e ancor più grande ambizione, ebbe la meglio sulle città di Tebe e Atene che, ritenendolo inesperto a causa della sua giovane età, avevano tentato di sopraffarlo senza però riuscirci.
Un’altra importante mossa di Alessandro Magno fu quella di assoggettare il grande Impero Persiano, l’intera Asia Minore, l’Egitto, l’India.
Per tutte queste conquiste egli ricevette l’appellativo di ‘Magno’ (il grande).
Il progetto molto ambizioso di Alessandro Magno era quello di fondare un impero ecumenico (universale) con a capo la Macedonia ma la morte lo colse a soli 32 anni nel 323 a.C.; Alessandro il Macedone, negli innumerevoli paesi conquistati diffuse la lingua, la cultura e la civiltà ellenica ecco perché si parla di ellenizzazione del mondo antico.

Perché si parla di ellenizzazione del mondo antico?ultima modifica: 2011-11-22T23:07:00+01:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment