Primiera a scopa

Quanto valgono le carte nella primiera? Curiosità sul gioco di carte più apprezzato in Italia, la scopa; sì perché molte volte, quando si ha a che fare con la primiera si è sempre un po’ in dubbio a meno che non si posseggano tutti e quattro i sette presenti nel mazzo di carte.

Iniziamo col dire che non è affatto vero, come dicono molti giocatori, che per formare la primiera possono essere utilizzate solo alcune carte perché per sostituire uno o più sette – carte fondamentali per la primiera – è possibile utilizzare ogni carta del mazzo, l’importante è che essa afferisca al seme relativo a quello del sette mancante.

Rispolveriamo quindi le regole della scopa laddove si parla di uno dei punti base del gioco, le regole relative alla primiera… 

La primiera è uno dei punti base del gioco della scopa, gli altri sono: ‘settebello’, ‘oro’, ‘carte’, più le eventuali scope che si effettuano durante il corso di una partita.

Per aggiudicarsi il punto relativo alla primiera, a scopa è necessario possedere i quattro sette presenti nel mazzo di carte o, laddove ne mancasse qualcuno è possibile sostituirlo con le altre carte del seme corrispondente ai sette mancanti.

Tutte le carte possono essere messe in sostituzione di un sette mancante per colmare il vuoto nella formazione della primiera, per contare il valore della primiera ecco il valore relativo ad ogni carta:

  • 7: 21 punti;
  • 6: 18 punti;
  • asso: 16 punti;
  • 5: 15 punti;
  • 4: 14 punti;
  • 3: 13 punti;
  • 2: 12 punti;
  • tutte le figure – re, cavallo, donna (10, 9, 8): 10 punti. 
Primiera a scopaultima modifica: 2013-04-12T16:18:00+02:00da overflow975
Reposta per primo quest’articolo
Share

Add a Comment